I tre pilastri dell’autostima

autostima

 

Oggi si parla molto di autostima. Ma come possiamo definirla? Quali sono le sue caratteristiche principali?

Di seguito ho provato a tracciare tre delle principali componenti dell’autostima:

1) AMORE DI SE’

Può essere considerato il fondamento dell’autostima che riguarda l’ accettazione di sé. E’ quel fattore che ci permette di dire: “mi apprezzo e mi accetto per quello che sono. Riconosco i miei limiti e tento di migliorarmi, pertanto sono degno d’amore e di rispetto”.

2) VISIONE DI SE’

Ovvero lo sguardo che rivolgo a me stesso. Aspetto che riguarda le convinzioni e le credenze che ciascuno si è formato rispetto a se stesso. Pertanto, più che fornire un quadro obiettivo della nostra personalità, la visione di sé ci informa su come noi crediamo di essere. Tanto più realistica è questa visione, tanto meglio e tanto prima riusciremo ad individuare i percorsi attraverso i quali realizzare il nostro potenziale. Una visione positiva di sé costituisce la forza interiore che ci consente di affrontare e superare le avversità.

3)  FIDUCIA IN SE’

Elemento che pone l’accento sulla scoperta e sulla consapevolezza del proprio valore e che, conseguentemente, determina la spinta ad agire per realizzare le nostre potenzialità, in accordo con i nostri bisogni e desideri più profondi. Aver fiducia in sè significa credere in se stessi e nelle proprie capacità di agire in maniera adeguata nelle situazioni importanti. La fiducia in sé è fondamentale perché l‘autostima ha bisogno di azioni per svilupparsi e mantenersi.

Penso che l’integrazione di questi tre aspetti sia la ricetta per una sana e solida autostima! L’amore per se stessi consegue una buona immagine di sé e la fiducia in se stessi non può non nascere dal benevolo sguardo che rivolgiamo a noi stessi.

 

Cosa ne pensi? Se ti va lascia un commento!

Che cos’è la psicoterapia: https://www.musicaeterapia.it/psicoterapeuta-psicoterapia-torino/

Gruppo di Musicoterapia

albero musicale

Ciao a tutti!

avete mai pensato a come può essere partecipare ad un laboratorio di Musicoterapia a Torino? Siete mai stati curiosi di provarne uno?

A Gennaio partirà un gruppo di musicoterapia attiva da me condotto per affrontare tematiche come ansia e autostima. Cosa intendo per musicoterapia attiva?

La Musicoterapia attiva utilizza strumenti musicali che non richiedono una preparazione musicale per essere suonati, come metallofoni, xilofoni, sonagli, percussioni varie etc.. sono tutti strumenti che possono essere suonati in maniera istintiva e spontanea, senza seguire spartiti o indicazioni precise nell’esecuzione, ma favorendo la libera esplorazione musicale, la creatività e  la spontaneità del momento. Infatti ogni situazione e ogni gruppo è diverso, poiché è fatto da persone e soggettività diverse che esprimono emozioni diverse. Infondo pensiamo per un attimo  noi stessi…ci sentiamo uguali ogni giorno?

Siamo in continuo cambiamento!! Ma nella società in cui viviamo la nostra libera espressione, nel rispetto certo dell’Altro, non sempre è consentita o agevolata. Siamo spesso costretti a recitare un copione che non sempre sentiamo nostro e autentico.

Ma la Musicoterapia, come le diverse Terapie Espressive ( arteterapia, teatroterapia, danzaterapia ecc..) aiuta a rimettere in moto la creatività, a guardarci allo specchio offerto dall’Altro nella relazione e così a conoscere meglio noi stessi, nei punti di forza e nei punti di fragilità, aspetti che ci rendono unici ed irripetibili.

E’ proprio conoscendo ed accettando la nostra soggettività che possiamo realmente imparare ad utilizzarla al meglio, cercando nuove strade e possibilità nella vita.  Sperimentare tutto questo in gruppo ha un effetto molto potente! Il gruppo diventa un modo per condividere le nostre emozioni ed imparare a riconoscerle e gestirle al meglio.

Insomma se siete curiosi di provare tutto ciò, scrivetemi o chiamatemi per avere ulteriori informazioni e ricordate che la prima seduta è Gratis!

 

Dott. Michele Verrastro

email: michele.verrastro@virgilio.it

tel: 333-2176670

 

 

 

 

Che cos’è la musicoterapia: https://www.musicaeterapia.it/musicoterapia/