Psicologo Torino

Psicologo Torino

Cosa fa lo psicologo?

Durante il mio lavoro di Psicologo a Torino mi è stato spesso chiesto: di cosa si occupa lo psicologo? In quali ambiti di lavoro può intervenire? Per rispondere a queste domande è necessario partire dalla Legge. Infatti la professione di Psicologo è regolamentata da una legge specifica (Legge 18/02/1989 n.56) e disciplinata dal Codice Deontologico degli Psicologi Italiani.

Nell’articolo 1 vengono definiti gli ambiti e le modalità di intervento: “La professione di psicologo comprende l’uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità. Comprende altresì le attività di sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito”.

Come professionista lo psicologo interviene in molti contesti differenti: individuali, sociali, lavorativi. Infatti è possibile rivolgersi ad uno psicologo per problemi individuali come ansia, panico, stress, depressione, difficoltà relazionali… ma lo psicologo trova inserimento anche in azienda occupandosi di marketing, selezione del personale, formazione ecc…. Nei suoi interventi utilizza strumenti e tecniche appresi all’Università e durante corsi o master post-universitari che si basano su teorie scientificamente fondate e supportate da dati riportati dalla ricerca.

Psicologia: scienza o filosofia?

Molte persone mi hanno chiesto se la psicologia possa ritenersi una scienza oppure una materia filosofica/letteraria. Su questo punto bisogna essere molto chiari: la psicologia è una scienza! Infatti tutto il suo sapere si basa su studi scientifici ed esistono molte associazioni professionali di fama mondiale come ad esempio la American Psychological Association che hanno come missione principale quella dell’avanzamento della psicologia come scienza.

Ogni bravo psicologo o meglio ogni professionista che si voglia ritenere tale deve fondare i propri interventi su ricerche scientifiche validate e pubblicate. Solo così si può garantire quella professionalità e serietà che è alla base della costruzione della fiducia con il cliente/paziente, passo fondamentale soprattutto nel lavoro clinico.

Il mio modo di fare lo psicologo

Come psicologo io mi occupo di clinica: lavoro sul disagio psichico in tutte le sue forme. Da quando svolgo la professione di psicologo a Torino ho potuto incontrare molte persone e quindi molte “storie” differenti.  Ciascuno di noi porta con sé unicità e soggettività. Non siamo tutti uguali, fortunatamente! Ciò richiede interventi specifici costruiti sui bisogni di ogni singola persona. Di seguito trovate un’elenco dei principali tipi di intervento psicologico che utilizzo:

  1. Sostegno psicologico
  2. Psicoterapia
  3. Psicoterapia on-line
  4. Interventi individuali e di gruppo di musicoterapia.

Ambiti di intervento

Nessuna persona può rientrare perfettamente in una categoria di sintomi, poiché ciascuno di noi è unico. La sofferenza può manifestarsi in modi molto diversi e personali; è importante capire e riconoscere il senso di queste manifestazioni. Tutto ciò è il valore aggiunto di un intervento svolto da uno psicologo.

Volendo però provare a riassumere alcune delle più diffuse manifestazioni sintomatiche di cui mi occupo, ecco un elenco:

  1. ansia ( https://www.musicaeterapia.it/2020/05/01/psicologo-torino-ansia-2/)
  2. panico
  3. depressione
  4. disturbi alimentari (bulimia, anoressia etc..)
  5. fobie (agorafobia, claustrofobia, fobia sociale, etc..)
  6. bassa autostima
  7. disturbi sessuali (frigidità, impotenza, disturbi da desiderio sessuale, eiaculazione precoce etc..) (https://www.musicaeterapia.it/2019/12/10/psicologo-torino-sesso-nella-coppia/)

Quanto dura un intervento psicologico?

Psicologo Torino

Bisogna sfatare il mito che un trattamento psicologico duri numerosi anni. Nel mio lavoro di psicologo ho imparato che spesso anche poche sedute possono essere sufficienti a sciogliere blocchi e paure.

Dopo alcune sedute di conoscenza reciproca e di inquadramento del caso (tecnicamente questa fase viene definita Assessment) vengono decisi insieme alcuni obbiettivi (Focus) ed un numero di sedute (di solito dalle 8 alle 20 sedute) al termine delle quali si valuterà assieme cosa è stato raggiunto e cosa no e se è il caso o meno di continuare.

Altre volte è invece impossibile stabilire a priori una data di fine della terapia; si valuterà allora man mano l’andamento del percorso e si deciderà insieme quando terminarlo.

Interventi individuali e di gruppo in musicoterapia

Psicologo Torino

La musicoterapia è una modalità di approccio e intervento alla persona che utilizza la musica ed il suono come strumenti di comunicazione non verbale.

L’intervento può avvenire su tre livelli: animativo, riabilitativo/educativo e terapeutico. In realtà è molto difficile nella pratica distinguere tra questi tre livelli che appaiono interdipendenti. Il metodo della musicoterapia viene applicato in una varietà di condizioni patologiche e parafisiologiche (autismo, handicap, disagio psichico, problematiche geriatriche).

Nel mio lavoro di Psicologo a Torino mi trovo spesso a osservare come la musica sia un linguaggio più immediato e primitivo rispetto alla parola e spesso, come strumento di lavoro sulla persona, riesce a raggiungere più in profondità i conflitti e le difficoltà dell’individuo aggirando le barriere (difese) che spesso sono poste dalla razionalità, facendo emergere queste difficoltà in una maniera molto più spontanea. Ci sono due tipi di musicoterapia:

1) Musicoterapia Attiva: coinvolge in maniera più diretta il corpo e prevede l’utilizzo di strumenti musicali, senza peraltro richiedere particolari competenze tecnico-musicali. Può essere utile per stimolare la creatività e sfogare tensioni ed energia psichica trattenuta.

2) Musicoterapia Recettiva: si basa sull’ascolto di musica registrata e sulla rielaborazione di ciò che è stato ascoltato, attraverso le associazioni e l’espressione di emozioni ed immagini legate a ciò che è stato ascoltato. E’ utile per imparare a conoscere se stessi e rimuovere blocchi emotivi che possono condizionare la vita.